Venerdì, 09 Agosto 2019 10:25

Prostatite cronica: la via crucis medico-paziente

Written by
Rate this item
(0 votes)

Come si manifesta la prostatite cronica, quali sono i modi per affrontarla?

Prostatite cronica : la via crucis tra medico e paziente
 
La prostatite cronica è una patologia decisamente frequente la cui diagnosi non è semplice e la cui causa ad oggi rimane spesso ignota. E’ contraddistinta spesso da disturbi della minzione e /o fastidio o dolore nella zona pelvica o perineale (sensazione corpo estraneo o jeans stretti).
Di solito gli esami colturali non mettono in evidenza nessun germe e spesso, anche se presenti, la eliminazione degli stessi non portano a risultati significativi. L’ecografia prostatica trans rettale può talora evidenziare una prostata con calcificazioni o di moderate dimensioni.
Nella terapia si utilizzano generalmente antibiotici a basso dosaggio per lunghi periodi (classicamente per 20 gg continui con pausa di 10 gg per diversi mesi) e i risultati appaiono scoraggianti.
In uno studio sono stati controllati 196 uomini affetti da dolore pelvico e trattati con tamsulozina (alfa bloccante) e ciprofloxacina (antibiotico) e altri con placebo : alla fine dello studio non c’erano differenze tra i due gruppi (Fonte: Ann Intern Med 2004 Oct 19; 141:581-9.) 

Lo studio dimostra i risultati già messi in evidenza in altri studi pubblicati su medline e confermati nel clinical evidence dell’ex ministro Sirchia : il trattamento della prostatite cronica rimane deludente nella maggiore parte dei casi.

Esiste una relazione stretta tra prostatica cronica e impotenza :

In effetti molti pazienti con disfunzioni sessuali presentano segni e sintomi di prostatite cronica. Una recente ricerca in Cina ha dato questi risultati: prevalenza di disfunzioni sessuali in prostatite cronica: 49.0% di cui 26.2% eiaculazione precoce, 15.0% disfunzione erettile e 7.7% entrambi i problemi. La tendenza recente ha portato, in Europa, ad un decisivo incremento della disfunzione erettile che oggi viene trattata con vasodilatatori il cui utilizzo è controverso in quanto il farmaco ha dato luogo in molti casi ad un peggioramento dei sintomi prostatici e spesso ad una assuefazione al farmaco (che finisce per non funzionare più). 

Il percorso nutrizionale da me suggerito non differisce se la diagnosi fatta dal medico sia di prostatite o prostatite cronica : la base è verificare la situazione obiettiva e oggettiva attraverso il questionario che viene inviato alle persone interessate ad iniziare il percorso di mutrizionecellulare.com e i risultati hanno un esito positivo attualmente di oltre il 90%

 

Per maggiori info compila il 

QUESTIONARIO PER CONSULENZA GRATUITA

 

               AIUTACI A SALIRE SU

 

               GO SOCIAL

Read 592 times Last modified on Martedì, 14 Luglio 2020 14:16